ADDIO ALLA PLASTICA!

DIRETTIVE UE SULLA PLASTICA MONOUSO

Con decorrenza al 2021, il Parlamento Europeo tramite la direttiva proposta della Commissione europea ha ufficializzato il divieto di produzione e commercializzazone di prodotti in plastica monouso per i quali esistono alternative in commercio.

Con l’obiettivo primario di ridurre la quantità di rifiuti prodotti, si è quindi deciso di privilegiare prodotti e sistemi riutilizzabili, sostenibili e non tossici a sfavore dei prodotti di plastica usa e getta. L’elenco dei prodotti o imballaggi soggetti al divieto comprende:

  • Posate (forchette, coltelli, cucchiai, bacchette)
  • Piatti (sia in plastca che in carta con film plastico)
  • Cannucce
  • Mescolatori per bevande
  • Contenitori con o senza coperchio (tazze, vaschette con relative chiusure) in polisitrene espanso (EPS) per consumo immediato (fast-food) o asporto (take-away) di alimenti senza ulteriori preparazioni
  • Contenitori per bevande e tazze in EPS
  • Tutti gli articoli monouso in plastica oxo-degradabile

Tutti questi prodotti verranno sostituiti da corrispettivi realizzati in materiali biodegradabili e compostabili legno, polpa di cellulosa e bioplastiche.

MATERIALI BIODEGRADABILI E COMPOSTABILI SECONDO LA NORMA EN13432

POLPA DI CELLULOSA: si ricava da scarti di lavorazione di piante a ricrescita veloce, in particolar modo canna da zucchero, bamboo o paglia. E’ costituita da materiali naturali che rispettano i parametri tecnici e ambientali. E’ un materiale completamente biodegradabile e compostabile secondo norma EN13432. La polpa resiste fino ad alte temperature, per qiesto è idonea al contatto con cibi e bevande calde. Adatta per forno a microonde e tradizionale. Viene utilizzata principalmente per la produzione di piatti e contenitori con coperchio e per alcuni tipi di bicchieri.

MATER BI: si tratta di una tipologia di materiale della famiglia di bioplastiche ricavata dall’amido di mais e altre sostanze vegetali. E un materiale totalmente al servizio dello sviluppo sostenibile, capace di rispondere alla domanda di prodotti di largo consumo con un basso impatto ambientale. Il Mater-Bi si presenta sotto forma granulare e può essere lavorato con i più comuni strumenti di trasformazione al fine di ottonere prodotti equivalenti alle tradizionali plastiche ma con il plus di essere completamente biodegradabili e compostabili; difatti gli articoli in Mater Bi dopo l’utilizzo si biodegradano mediamento nel tempo di un ciclo di compostaggio. Tutti i gradi di Mater-Bi sono caratterizzati da:

  • completa biodegradabilità in diversi ambienti; in compostaggio, in suolo, in acqua dolce e salata;
  • lavorabilità con le stesse tecnologie delle plastiche tradizionali e con produttività simile;
  • stampabilità con normali inchiostri e tecnologie di stampa senza bisogno di trattamento corona;
  • intrinseca antistaticità
  • sterizzabilità con raggi gamma.

CPLA: materiale ottenuto della cristalizzazione del PLA, ovvero l’acido poliattico. Dopo il trattamento termico, la resistenza al calore del prodotto è notevolmente migliorata, la superficie lucida, ottenuta dopo la cristalizzazione, genera un effetto simil-porcella. Il materiale in CPLA sono totalmente biodegradibili e compostibilità, supportano temperature fino ad 80° e non si sciolgono nè si deformano al contatto con cibi e liquidi caldi.